Villa Belvedere - A.G.D. Como Onlus - Associazione di aiuto ai giovani diabetici -





Vai ai contenuti

Menu principale:

Villa Belvedere

Argomenti trattati > Como città e territorio > Le ville

Villa Belvedere
Appartenuta nel Settecento ai nobili Avogadro, la villa passo per diverse mani e fu acquistata nel 1804 da Maddalena Imbonati, che la fece abbellire con varie migliorie fra cui i parasole alle finestre. Suoi ospiti furono illustri personaggi dell'epoca fra cui Carlo Porta e Alessandro Manzoni che qui scrisse "L'ira di Apollo".
La villa immediatamente successiva, in stile nordico, e Villa Borletti, costruita ai primi dell'Ottocento dal nobile russo Grigorij Schouvaloff che la abitò con la moglie Sofia e i tre figli. Quando lei morì prematuramente, il conte, che nel '48 aveva combattuto a fianco dei patrioti italiani, si fece frate barnabita e finì i suoi giorni a Parigi nel 1859, lasciando la villa all'ordine religioso che la rivendette all'irrequieta Cristina Trivulzio, gia moglie di quell' Enrico di Belgioioso che abitava la Pliniana.


Ultimo aggiornamento:
Torna ai contenuti | Torna al menu