Villa Erba - A.G.D. Como Onlus - Associazione di aiuto ai giovani diabetici -





Vai ai contenuti

Villa Erba

Argomenti trattati > Como città e territorio > Le ville

Villa Erba
Villa Erba deve il suo nome a Luigi Erba (fratello del più famoso Carlo, industriale farmaceutico), che, dopo aver acquistato la settecentesca Villa Gastel o Villa Cima (costruita sulle preesistenze di un convento medioevale di Benedettine) ed il relativo parco, qui decise di costruire, nel 1897, un'altra villa, affidandone la realizza-zione agli architetti Gian Battista Borsani e Angelo Savoldi. Eretta secondo lo stile manieristico alessiano, la villa si presenta come un edificio quadrato, con una bella serie di portici sulle quattro facciate, un'alta torretta a loggiato ed un'ampia scalinata a lago, verso la darsena.


Alla morte dei coniugi Erba, nel 1922, la proprietà passò alla figlia Carla, sposa del duca Giuseppe Visconti di Modrone. La coppia ebbe cinque figli, tra cui Luchino, il quale sarebbe divenuto un famoso regista cinematografico e teatrale. Sebbene la sua presenza a Villa Erba sia stata fugace, sembra che Luchino Visconti, da ragazzo, amasse burlarsi dei visitatori occasionali che, in barca, si avvicinassero troppo alla villa. Stando ritto sulla balaustra a lago, il corpo cosparso di polvere bianca, al pari di una statua, Luchino era solito gettarsi all'improvviso in acqua, creando ovvio scompiglio tra quegli stessi visitatori.


Durante la seconda guerra mondiale,Villa Erba venne requisita dai tedeschi, che la adibirono ad alloggio ufficiali. Dopo il '45 la villa, ritornata di proprietà dei Visconti, fu suddivisa fra i cinque fratelli. Questi, ad eccezione di Ida e di Uberta che conservano ancora oggi rispettivamente Villa Gastel e parte del parco cedettero la proprietà, nel 1986, all'Amministrazione provinciale, al Comune di Cernobbio, a quello di Como e alla Camera di Commercio.
Fu quindi creato, su progetto dell'architetto Bellini, l'attuale spazio espositivo, rievocante lo stile delle serre del Settecento. Spazio oggi utilizzato per fiere, congressi internazionali e concerti. La visita di Villa Erba (tel. 0313491) è attualmente limitata al parco che, per la sua posizione e la grandiosità degli alberi secolari che lo caratterizzano, costituisce comunque un suggestivo luogo di passeggio e di contemplazione.

  

Ultimo aggiornamento:
Torna ai contenuti