Ciak si gira - A.G.D. Como Onlus - Associazione di aiuto ai giovani diabetici -





Vai ai contenuti

Ciak si gira

Manifestazioni AGD > Archivio Manifestazioni 2014

Ciak, si gira!
I ragazzi dell'AGD di Como in scena per mostrare il lato "divertente" del diabete.
Lei ama i vestiti colorati, lui preferisce gli abiti sobri; lei ascolta musica a tutto volume, lui solo con le cuffie. Decidono di uscire insieme e subito sale l'ansia: gli piaceranno i miei capelli? Cosa penserà delle mie scarpe? Se non mi trovasse simpatico? Devo mettermi la felpa o il maglione?
…e se andassi in IPOGLICEMIA?

Sweet love, cortometraggio di Lucia Bottinelli, associata AGD, racconta la storia non convenzionale di un appuntamento tra due ragazzi accomunati dalle stesse paure... e dal diabete! Tra allusioni e fraintendimenti, i due ragazzi scopriranno infine di non essere così diversi...
Abbiamo chiesto a Lucia cosa l'abbia spinta a realizzare un cortometraggio di questo tipo, che vede lei stessa e Claudio Amati come protagonisti, e la simpatica presenza del presidente AGD Como, Mario Amati. Lucia ha risposto: “Nell'immaginario comune, il ragazzo diabetico “non è normale”, è carente in qualcosa, ha uno stile di vita limitante e triste; è necessario invece dimostrare come questo sia sbagliato: siamo in grado di vivere la nostra vita in modo più che normale, anzi, in modo straordinario! Bisogna farsi forti di quanto si ha e, perchè no, anche riderci sopra.

Così ho pensato di realizzare una serie di cortometraggi che giocassero sugli stereotipi che solitamente vengono associati al diabete e “scherzarci sopra”. Spero che questo sia solo il primo di una lunga serie!”

L'AGD di Como non è nuova a esperienze artistiche di questo tipo: nel maggio 2011 è stato rappresentato con grandissimo
successo lo spettacolo “Prove Generali – titolo da rivedere”, sceneggiato e diretto sempre da Lucia Bottinelli, frutto di un progetto durato sei mesi che ha visto la partecipazione di numerosi ragazzi associati.

“Credo che il teatro, il cinema, siano mezzi di comunicazione molto potenti per poter trasmettere agli altri emozioni, sensazioni; sul palco le paure svaniscono e possiamo essere noi stessi, paradossalmente, anche se indossiamo delle maschere. Il lavoro di gruppo ci rende più forti, ci aiuta a condividere le nostre esperienze e le speranze future. Questo è vero a maggior ragione nel nostro caso: quando ci troviamo tra noi, sono gli altri, i “non diabetici”, a essere diversi” continua Lucia, il cui desiderio sarebbe quello di poter proseguire questi progetti, “magari riuscendo a coinvolgere ragazzi di altre associazioni e riuscire a farci conoscere dal grande pubblico! Sarebbe fantastico riuscire a proporci a livello nazionale, per mostrare a tutti che il diabete non è un limite!”

Un'associazione non convenzionale, dunque, l'AGD di Como: oltre a proporre utili e bellissimi campi scuola, a organizzare cene sociali, mercatini e laboratori a tema durante le festività per bambini, supporta anche le iniziative dei ragazzi, aiutandoli a realizzare i loro progetti, incentivandoli e senza avere paura di “mettersi in gioco”.

Non resta che augurare ai ragazzi e all'Associazione Giovani Diabetici di Como un brillante futuro in tutti i campi in cui vorranno cimentarsi. Auguriamoci di vederli presto sul grande schermo!


         
Ginevra Bonelli



Ultimo aggiornamento:
Torna ai contenuti