Il primo microinfusore di insulina in continuo senza catetere - A.G.D. Como Onlus - Associazione di aiuto ai giovani diabetici -





Vai ai contenuti

Il primo microinfusore di insulina in continuo senza catetere

Argomenti trattati > News dalla ricerca
Il primo microinfusore di insulina in continuo senza catetere
Il nuovo device è un sistema costituito da una micropump senza catetere, rimovibile, per la somministrazione sottocutanea e continua di insulina e di un dispositivo di gestione della micropump, per la determinazione quantitativa della glicemia nel sangue capillare fresco e per il calcolo del bolo.
Le ridotte dimensioni (metà di un bancomat) e la modularità dei componenti, rendono il nuovo dispositivo ideale per chi, fino ad oggi, non ha trovato nei microinfusori tradizionali una risposta alle sue necessità o ha bisogno di gestire con flessibilità il suo diabete e la terapia con insulina senza che i sistemi interferiscano con il suo stile di vita.
La micropump senza catetere si applica direttamente sul corpo nei possibili siti di applicazione, come: addome, braccio, parte esterna della coscia, fianchi, zona lombare, glutei. Inoltre, è piccolo (6,3 cm di altezza, 3,9 di larghezza e 1,4 di profondità), leggero (solo 29 g) e rimovibile.
La micropump senza catetere è, inoltre, caratterizzata dalla presenza dei tasti “Bolo rapido” che consentono l’erogazione di insulina in qualsiasi momento senza dover dipendere necessariamente dal dispositivo di gestione. Questa caratteristica aumenta la sicurezza del sistema e garantisce la possibilità di erogare il bolo anche in caso di dimenticanza del dispositivo stesso.
I tre componenti del nuovo device
La micropump è costituita da tre componenti:
  1. il supporto del microinfusore e l’ago cannula (disponibile in due diverse lunghezze per adattarsi meglio alla diversa tipologia di paziente) della durata di 3 giorni;
  2. il serbatoio per l’insulina trasparente, per consentire l’identificazione di eventuali bolle durante il riempimento, e utilizzabile fino ad un massimo di 4 giorni
  3. la base del microinfusore, sulla quale sono presenti i pulsanti per l’erogazione del bolo rapido, che dura fino a 4 mesi.
La struttura modulare della micropump, ne consente la sostituzione delle singole parti, evitando sprechi di insulina e materiale consumabile e permettendo di rimuovere e reinserire il microinfusore in qualsiasi momento senza rimuovere l’ago-cannula oppure di sostituire il serbatoio dell’insulina, ma non gli altri elementi.
Il dispositivo di controllo e gestione della micropump consente la misurazione della glicemia e il calcolo del bolo di insulina in un unico dispositivo. Permette, inoltre, di gestire la micropump attraverso touch screen e tecnologia wireless Bluetooth. La funzione per il consiglio del bolo è disponibile sia subito dopo aver eseguito il test della glicemia, sia dopo aver immesso manualmente un valore glicemico.
Questo dispositivo è utilizzabile anche quando, per brevi periodi, si passa alla terapia insulinica multi-iniettiva.

Tratto da www.diabete.com
Torna ai contenuti