Entro il 2035 1 miliardo di diabetici - A.G.D. Como Onlus - Associazione di aiuto ai giovani diabetici -





Vai ai contenuti

Menu principale:

Entro il 2035 1 miliardo di diabetici

Argomenti trattati > Il Diabete > Cosè il diabete?

Diabete, entro il 2035 un miliardo di malati nel mondo.

Attualmente sono 700 milioni. Le stime dell'International Diabetes Federation

Sono settecento milioni in tutto il mondo
. La metà soffre di diabete, l'altra metà di intolleranza al glucosio (IGT - Impaired Glucose Tolerance), lo stato di pre-diabete che espone a un più elevato rischio cardiovascolare, soprattutto per quanto riguarda la cardiopatia ischemica. Ed entro il 2035 arriveranno a sfiorare "quota un miliardo", con 592 milioni di persone con diabete e 471 milioni di soggetti con pre-diabete. I dati arrivano dal rapporto International Diabetes Federation Diabetes Atlas 2013, presentato a Milano in occasione della Giornata mondiale contro il diabete.
Una pandemia in crescita - "Il diabete è una pandemia in continua espansione. Ogni volta che IDF aggiorna le proprie stime, i numeri purtroppo crescono”, afferma Maria Luigia Mottes, membro del Comitato di coordinamento di Diabete Italia, l’organizzazione che raccoglie le società scientifiche, le associazioni di tutela dei diritti delle persone con diabete e degli operatori sanitari in diabetologia. E i numeri legati ai decessi confermano questa tendenza: secondo il rapporto IDF, spiega Emanuela Orsi, Presidente della sezione Lombardia di Società Italiana di Diabetologia (SID), "nel 2013 sono morte nel mondo 5,1 milioni di persone a causa del diabete, quasi 14 mila ogni giorno, 10 ogni minuto. Dati che devono far riflettere”. Quanto all'Italia, i malati "accertati" sono più di tre milioni, e un altro milione circa di persone non sa di soffrire della patologia. Nel nostro Paese la mortalità a causa di questa malattia riguarda ogni anno circa 27.000 persone fra i 20 e i 79 anni.
Le complicanze - Il diabete è una malattia che, se presa in tempo, può essere trattata e permette di mantenere una buona qualità della vita. Se, invece, viene sottovalutata e diagnosticata in ritardo, può arrivare a ridurre l’aspettativa di vita di 5-10 anni e può essere responsabile di complicanze serie: secondo i dati, ogni 7 minuti una persona con diabete ha un attacco cardiaco, ogni 26 minuti una va in insufficienza renale, ogni mezz'ora una ha un ictus, ogni ora e mezza ore una subisce un’amputazione, ogni 3 ore una entra in dialisi.
La spesa sanitaria - Secondo il rapporto il diabete assorbe ogni anno risorse per 548 miliardi di dollari, l’11 per cento dell’intera spesa sanitaria mondiale e il nostro Paese non si discosta dalla media, con oltre 10 miliardi di euro sui circa 100 miliardi di spesa sanitaria nazionale totale.
Tratto da http://salute24.ilsole24ore.com 05/04/2014

Ultimo aggiornamento:
Torna ai contenuti | Torna al menu