La contraccezione - A.G.D. Como Onlus - Associazione di aiuto ai giovani diabetici -





Vai ai contenuti

Menu principale:

La contraccezione

Argomenti trattati > Il Diabete > La sessualità

Contraccezione e diabete
Le pagine che seguono, pur affrontando l'argomento da un punto di vista educativo e in parte medico, trattano temi e situazioni non adatti a persone di età inferiore ai 18 anni. Si sconsiglia quindi la lettura di queste pagine a minori o persone che pensano di sentirsi offese dalla trattazione di tali argomenti.

Il problema della contraccezione non cambia per le persone che hanno il diabete, con una sola importante eccezione: i contraccettivi che si basano sull'azione ormonale possono alterare i livelli di glucosio nel sangue.
Gli anticoncezionali a base di ormoni comprendono la pillola, i dispositivi intrauterini, la Depo-Provera iniettata, e alcune capsule impiantabili.
Se si fa uso della pillola o di altri contracettivi che esercitano una qualche azione sugli ormoni:

Bisogna essere sicuri che il medico che vi consiglia per quanto riguarda la contraccezione sia a conoscenza del fatto che voi avete il diabete.
Controllare la glicemia molto frequentemente, specialmente durante i primi mesi in cui si utilizza il nuovo metodo. Potrebbe essere necessario aumentare la dose e rivedere la vostra dieta e attività fisica.
Controllare dopo i primi tre mesi l'emoglobina glicosilata, la pressione sanguigna, il colesterolo e i livelli di triglicerdi, e rifare i controlli periodicamente.
Alcuni studi a breve termine su donne diabetiche che prendono la pillola, dimostrerebbero che essa è sicura come per ogni altra donna. Tuttavia, non sono stati riportati studi a più lungo termine. La pillola aumenta i rischi di problemi cardiovascolari, motivo in più per le donne che ne fanno uso, di mantenere un buon controllo glicemico.


tratto da  http://www.progettodiabete.org

Ultimo aggiornamento:
Torna ai contenuti | Torna al menu