La dieta - A.G.D. Como Onlus - Associazione di aiuto ai giovani diabetici -





Vai ai contenuti

Menu principale:

La dieta

Argomenti trattati > Il Diabete > L'alimentazione

La dieta

Il soggetto diabetico ha bisogno di un'apporto calorico giornaliero identico a quello dei soggetti non affetti da questa patologia. Si può facilmente calcolare la quantità di calorie da fornire all'organismo con le normali tabelle dietetiche.

L'organismo ha bisogno che siano assunti quotidianamente alimenti in grado di fornire tutti i principi nutritivi, secondo determinate proporzioni che variano in funzione di sesso, costituzione, età e attività svolta. Se da un lato non esiste nessun alimento in grado di soddisfare l'intero fabbisogno dell'organismo, dall'altro esiste una grande varietà di cibi in grado di sostituirne altri nella nostra dieta. Un'alimentazione equilibrata ci permette di mantenere un peso molto vicino a quello ottimale, senza dover fare eccessivi sacrifici.

La quantità totale degli alimenti può essere ripartita in tre pasti principali (colazione, pranzo e cena) intercalati da tre merende; questo permette di fornire un apporto costante di glucidi (soprattutto nei casi di diabete insulinodipendente) e di evitare sia le punte di glicemia dopo il pasto che le ipoglicemie tra un pasto e l'altro. Altrettanto importante è la regolarità degli orari dei pasti e delle quantità di glucidi forniti. Le merende, invece, devono essere piccoli spuntini che forniscono l'apporto necessario di glucidi per evitare ipoglicemie indesiderate. E' da osservare che non sempre le merende si rendono necessarie, anzi in alcuni casi, potrebbe risultare dannose per il controllo generale. Una soluzione può essere quella di evitare le iperglicemie dovute alle merende usando insuline miscelate opportunamente.


tratto da  http://www.progettodiabete.org

Ultimo aggiornamento:
Torna ai contenuti | Torna al menu