Ricorso Gara CONSIP - A.G.D. Como Onlus - Associazione di aiuto ai giovani diabetici -





Vai ai contenuti

Ricorso Gara CONSIP

Argomenti trattati > Fatti e misfatti

da Panorama della Sanità:


www.panoramasanita.it

31/01/2013
Tar Lazio: sì glucometri fuori appalto se prescritti da medico

Se sulla prescrizione medica è riportata una "specifica indicazione terapeutica" è possibile l'acquisto di dispositivi per l'autocontrollo della glicemia anche se non appartenenti ai lotti individuati mediante il bando di gara nazionale indetto dalla Consip. Lo ha stabilito il Tar del Lazio a fronte del ricorso presentato dalla Federazione diabete giovanile e da Fand (Associazione italiana diabetici) che chiedevano l'annullamento del bando in cui sono previsti «criteri di aggiudicazione qualitativa per il 30% ed economica per il 70%». Questo sistema di gara è giudicato, dalle associazioni dei pazienti, «lesivo del diritto alla libera scelta e alla condivisone del patto terapeutico da instaurarsi fra medico e paziente, così come suggerito da tutte le linee guida delle associazioni scientifiche nazionali e internazionali». L'istanza di sospensione della gara è stata rigettata, ma di fatto si è riconosciuto il diritto dei malati ad avere dal Ssn (e quindi da Asl e ospedali) il presidio diagnostico consigliato dal loro medico, il quale potrà prescrivere, motivandolo, l'impiego di un glucometro diverso da quelli che hanno vinto la gara. In termini tecnici, il Tar del Lazio nelle motivazioni ha sottolineato che «la stessa conformazione della legge di gara non impedisce l'acquisto di altri dispositivi diversi da quelli considerati nei due lotti, su specifica indicazione terapeutica, così da tutelare il diritto alla salute nel senso statutario dedotto dalle ricorrenti».
«Il sistema di appalto» ; ha sottolineato il presidente della Federazione diabete giovanile Antonio Cabras «di fatto negava alle persone con diabete la possibilità di scegliere, insieme con il proprio medico, gli strumenti e i dispositivi più idonei» e non dava «la possibilità di stare al passo con i progressi della tecnologia, in aperta contraddizione con il Manifesto dei diritti della persona con diabete».
tratto da Diabetando33

31/01/2013
Liguria: intesa su messa a regime nuovi kit automonitoraggio

In Liguria, dopo la vittoria della gara per kit di automonitoraggio della glicemia da parte di tre aziende, fra cui una coreana, con dispositivi oggetto di contestazioni da parte di associazioni di diabetici e di diabetologi, è stato raggiunto un accordo sul protocollo operativo per la messa a regime della distribuzione e dell'utilizzo degli strumenti. L'intesa è avvenuta tra assessorato regionale alla Salute, l'Agenzia regionale della sanità (Ars), e rappresentanti delle associazioni dei diabetici e dei diabetologi. Le parti hanno concordato di procedere iniziando dai pazienti considerati a mino re rischio, per tipo di malattia, terapia in corso e capacità di gestione dell'autocontrollo glicemico, con specifica cautela nei bambini. È stato inoltre previsto di tenere sotto costante monitoraggio tutti gli apparecchi forniti, per accertarne il continuo e corretto funzionamento. Verrà effettuato un controllo a campione dei kit, in una percentuale non inferiore all'1 per mille e si adotterà da subito una scheda per la segnalazione di eventuali malfunzionamenti di tutti i glucometri forniti. Gli eventuali difetti riscontrati dagli utenti saranno verificati dai servizi diabetologici e farmaceutici ed eventualmente segnalati secondo le disposizioni di legge. Entro il mese di aprile si terrà la prima verifica alla luce dei dati raccolti. Con la consegna dei nuovi strumenti si avvierà anche il necessario processo di formazione rivolto ai pazienti, realizzato dalle singole Asl attraverso i servizi diabetologici, anche con l'impiego di risorse a ggiuntive. «La Centrale regionale degli acquisti ha fatto un ottimo lavoro di approfondimento con i medici diabetologi e le associazioni dei pazienti» ha commentato Claudio Montaldo, assessore alla Salute. «Un'azione di confronto quanto mai opportuna che intendiamo adottare anche per altre vicende». «È stata trovata una mediazione importante che consente di salvaguardare i diritti dei pazienti, ma anche i criteri di sicurezza clinica che erano stati richiesti» hanno aggiunto il Presidente della Commissione Sanità Stefano Quaini e il Vice Presidente Matteo Rosso «garantendo la possibilità per il diabetologo di prescrivere anche altri strumenti al di là di quelli previsti dalla gara, che possono essere maggiormente adatti al singolo paziente».
tratto da Diabetando33

21 Dicembre 2012

Ordinanza cautelare del TAR del Lazio riguardo al ricorso indetto dalle Associazioni FDG e FAND
contro la gara CONSIP sui presidi di autocontrollo della clicemia.

In data 19 Dicembre si è tenuto presso la Camera del Consiglio del Trubunale Amministrativo Regionale del Lazio sezione Terza (Roma) la discussione del ricorso indetto dalle Associazioni FDG e FGD contro la CONSIP SpA riguardo alla sospensione della gara d'appalto per la fornitura di presidi per l'autocontrollo delle glicemie e servizi connessi.
In data 21 Dicembre il TAR ha pronunciato l'ordinanza cautelare respingendo l'istanza cutelare presentata dalle nostre Associazioni ma lasciando uno spiraglio riguardo alla prescrizione dei glucomentri. Il TAR ha infatti chiarito quanto segue:

"Considerato che, al sommario esame proprio della fase cautelare, non si ritengono sussistenti ragioni di estrema gravità e urgenza di cui agli artt. 119, comma 4, c.p.a., come richiamato dal successivo art. 120, comma 3, c.p.a., per la concessione della tutela cautelare richiesta che porti ad una sospensione della gara in atto, in relazione – per quel che riguarda lo specifico interesse delle ricorrenti - alla natura e oggetto della fornitura, non inerente a strumenti direttamente terapeutici;
Considerato che, comunque, la stessa conformazione della legge di gara, anche in seguito all’introduzione di provvedimenti legislativi in materia di c.d. "revisione della spesa pubblica",
non impedisce l’acquisto di altri dispositivi diversi da quelli considerati nei due lotti, su specifica indicazione terapeutica, così da tutelare il diritto alla salute nel senso statutario dedotto dalle ricorrenti, fermo restando che ogni considerazione sul rispetto del principio della concorrenza non può rilevare sull’interesse specifico delle medesime;"
Questo significa che si riconosce il diritto dei malati ad avere dal S.S.N. (e quindi dalle aziende sanitarie od ospedalieri che li assistono) proprio il presidio diagnostico prescritto dal loro medico. Quindi i glaucometri acquistati dalla Consip saranno dati solo quando il medico li ha prescritti, ma resta fermo che potrà prescrivere l’utilizzo di un glaucometro diverso e sarà allora un diritto del malato di avere proprio il glaucometro prescritto dall’azienda sanitaria od ospedaliera che lo assiste.

Clicca quì per visualizzare il testo completo dell'Ordinanza Cautelare

Clicca qui per visitare il dettaglio del ricorso sito del TAR del Lazio

15 Ottobre 2012

NOTIZIA ANSA
Salute e Benessere > Sanità >  Salute: diabetici ricorrono al Tar contro glucometro unico

FDG e Fand, possibile manifestazione a Roma con 5 milioni di diabetici


(ANSA) - ROMA, 15 OTT - L'annullamento di un bando di gara riguardante la fornitura del glucometro unico. E' quanto chiedono con un ricorso al Tar del Lazio che sara' discusso il 17 ottobre la Federazione nazionale diabete giovanile (FDG) e l'Associazione italiana diabetici (Fand). In un incontro tra i vertici delle due associazioni e Domenico Casalino, amministratore delegato della Consip, societa' per azioni del ministero dell'Economia e delle Finanze che ha indetto il bando, e' stato messo in evidenza come un argomento di carattere sanitario sia stato affrontato senza contattare le associazioni. Per Fand e Fdg si tratta di un preciso attacco ai diabetici teso a risparmiare sulla loro pelle, con il serio rischio che si vada ad aggiudicare la gara a una societa' che automaticamente vedra' escludere tutte le altre presenti oggi sul mercato. "Il sistema di appalto di fatto nega alle persone con diabete la possibilita' di scegliere, insieme con il proprio medico, gli strumenti e i dispositivi piu' idonei per l'autocontrollo- spiegano Fand e Fdg in una nota- per noi risulta inaccettabile il risparmio che si vuole attuare sulla nostra pelle perche' va a minare conquiste sociali che le nostre associazioni hanno fatto nel corso degli ultimi decenni. Le motivazioni espresse dalla Consip non hanno convinto i rappresentanti delle associazioni che hanno risposto con l'annuncio di una vertenza e minacciano di indire una manifestazione a Roma con cinque milioni di diabetici.
15 ottobre, 19:20

09 Agosto 2012

COMUNICATO FDG E ALTRE ASSOCIAZIONI NAZIONALI

In data 09.08.2012 presso la sede dell'AID - Associazione Italiana per la Difesa degli Interessi dei Diabetici- di Roma si è svolto l'incontro delle Associazioni Nazionali dei pazienti Diabetici inteso a contrastare la gara Consip per la fornitura del glucometro unico.
All'incontro hanno partecipato le delegazioni
FDG (Antonio Cabras, Mario Amati, Giuseppe Boriello), AID (Raffaele Scalpone, Rocco Santoro, Alessandro Nardi), ANIAD (Alessandro Fidenzi), FAND (Stefano Garau, Antonio Papaleo, Pasquale Nocella), DIABETE FORUM (Roberto Cocci).
Dopo ampia e approfondita discussione, si è unanimemente convenuto di predisporre un apposito documento che verrà inoltrato alle Autorità istituzionali, Parlamentari nazionali, Governi Regionali, stampa parlata e scritta (testate giornalistiche nazionali e locali, Rai, La 7 e Mediaset), Associazioni Territoriali Diabetici, Centri Servizi al volontariato, comprese alcune importanti trasmissioni televisive quali Report, Striscia la Notizia, Uno Mattina e Pomeriggio Cinque.
Le Associazioni Nazionali inoltre, provvederanno a valutare la necessità di produrre un apposito ricorso al TAR del Lazio.
Si provvederà infine a coinvolgere nelle iniziative che si dovranno porre in essere le società scientifiche diabetologiche e dei medici di medicina generale, Federfarma e il Tribunale dei Diritti del Malato, il tutto attraverso il Coordinamento che, con l'iniziativa odierna è stato appositamente allertato.


Ultimo aggiornamento:
Torna ai contenuti