Tre produttori controllano il mercato dell’insulina nel mondo - A.G.D. Como Onlus - Associazione di aiuto ai giovani diabetici -





Vai ai contenuti

Tre produttori controllano il mercato dell’insulina nel mondo

Argomenti trattati > Fatti e misfatti
Tre produttori controllano il mercato dell’insulina nel mondo. Oms lancia “gara” per prodotti a basso costo accessibili a tutti
     
Circa 65 milioni di persone con diabete di tipo 2 hanno bisogno di insulina, ma solo la metà di loro è in grado di accedervi, in gran parte a causa dei prezzi elevati. L'inserimento di prodotti a prezzi più bassi nella lista dei farmaci essenziali Oms dovrebbe facilitare l'accesso aumentando il flusso di prodotti di qualità garantita sul mercato internazionale, offrendo ai pazienti una scelta più ampia a prezzi raggiungibili.
14 NOV - L'Organizzazione mondiale della sanità ha annunciato  l'avvio di un programma pilota per una produzione di insulina umana a basso costo che partirà dal 2020 con un invito alle industrie prodruttrici a presentare una manifestazione di interesse per la valutazione del prodotto a più basso costo.

La decisione, annunciata in occasione della Giornata mondiale del diabete (14 novembre), fa parte di una serie di passi dell'Oms per affrontare il crescente carico di diabete in tutto il mondo. Circa 65 milioni di persone con diabete di tipo 2 hanno bisogno di insulina, ma solo la metà è in grado di accedervi, in gran parte a causa dei prezzi elevati. Tutte le persone con diabete di tipo 1 hanno bisogno dell'insulina per sopravvivere. E il fabbisogno di insulina è destinato ad aumentare nel mondo del 20% entro il 2030.

"Il diabete è in aumento a livello globale e sta crescendo più rapidamente nei paesi a basso reddito", afferma Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell'Oms. “Troppe persone che hanno bisogno di insulina incontrano difficoltà finanziarie per accedervi e rischiano la vita. L'iniziativa di prequalificazione  per l'insulina è un passo fondamentale per garantire l'accesso a questo farmaco a chiunque ne abbia bisogno”.

Nonostante un'offerta abbondante, i prezzi dell'insulina rappresentano attualmente un ostacolo al trattamento nella maggior parte dei paesi a basso e medio reddito. Tre produttori controllano la maggior parte del mercato globale dell'insulina, stabilendo prezzi proibitivi per molte persone e paesi.

I dati raccolti dall'Oms nel 2016-2019 da 24 paesi di quattro continenti hanno mostrato che l'insulina umana era disponibile solo nel 61% delle strutture sanitarie e le insuline analogiche nel 13 per cento: attualmrnte la fornitura di un mese di insulina costerebbe a un lavoratore ad Accra, in Ghana, l'equivalente di 5,5 giorni di paga al mese, il 22% dei suoi guadagni.

Anche nei paesi ricchi, le persone spesso devono razionare l'insulina, azione che può essere mortale per chi non ottiene la giusta quantità di medicinale e per questo "prequalificare i prodotti di altre aziende contribuirà, si spera, a livellare il campo di gioco e garantire una fornitura più costante di insulina di qualità in tutti i paesi", afferma Mariângela Simão, vicedirettore generale per i medicinali e i prodotti sanitari.

Più di 420 milioni di persone vivono con il diabete. Il diabete è la settima causa di morte e una delle principali cause di complicazioni costose e debilitanti come infarti, ictus, insufficienza renale, cecità e amputazioni degli arti inferiori.

Le persone con diabete di tipo 1 hanno bisogno di insulina per sopravvivere e mantenere i livelli di glucosio nel sangue a livelli in grado di ridurre il rischio di complicanze comuni come cecità e insufficienza renale. Le persone con diabete di tipo 2 hanno bisogno di insulina per controllare i livelli di glucosio nel sangue per evitare complicazioni quando i farmaci per via orale diventano meno efficaci con il progredire della malattia.

Oltre al programma sull'insulina, per il diabete sono in corso da parte dell'Oms piani per aggiornare le linee guida per il trattamento del diabete, elaborare strategie di riduzione dei prezzi per analoghi dell’insulina e migliorare i sistemi di consegna e l'accesso alla diagnostica. L'Oms lavora anche con i paesi per promuovere diete più sane e attività fisica per ridurre il rischio delle persone di sviluppare il diabete di tipo 2.

Il programma  valuterà i prodotti sviluppati dai produttori, per garantire la loro qualità, sicurezza ed efficacia, espandendo a loro volta il pool di medicinali di qualità disponibili: la valutazione e la prequalificazione dei prodotti sanitari guidano le agenzie internazionali di approvvigionamento, come il Fondo globale, Gavi, la Vaccine Alliance e l'UNICEF e sempre più paesi che sono così in grado di effettuare acquisti all'ingrosso di medicinali, vaccini, diagnostica e altri prodotti critici a prezzi più bassi.

14 novembre 2019
Torna ai contenuti