Ecco IQcast, la “sentinella dell’ipoglicemia” - A.G.D. Como Onlus - Associazione di aiuto ai giovani diabetici -





Vai ai contenuti

Ecco IQcast, la “sentinella dell’ipoglicemia”

Argomenti trattati > Glucometri non invasivi
Ecco IQcast, la “sentinella dell’ipoglicemia” basata sull’Intelligenza Artificiale
      
Medtronic e IBM hanno messo a punto un’applicazione, attraverso la tecnologia basata sull’Intelligenza Artificiale, in grado di predire l’ntensità dell’attacco ipoglicemico nell’arco di 4 ore, cosentendo così il paziente a gestire al meglio l’evento.

07 GEN - Arriva IQcast, una nuova funzione che va a potenziare le capacità di della app SugarIQ, l’assistente personale dedicato alle persone affette da diabete. A metterla a punto, come avvenuto per Sugar IQ, sono state IBM e Medtronic. IQcast integra le funzionalità di SugarIQ attraverso la tecnologia basata sull’intelligenza artificiale di IBM Watson Health.

La nuova applicazione nasce con l'obiettivo di aiutare le persone affette da diabete a comprendere come il proprio livello di glucosio risponda all’assunzione di cibo, ai dosaggi di insulina, al movimento fisico e alle altre attività quotidiane. SugarIQ utilizza l’Intelligenza Artificiale e l’analisi avanzata dei dati per formulare previsioni circa la possibilità di andare incontro ad un attacco ipoglicemico, in un arco di tempo compreso tra 1 e 4 ore, e in questo modo aiuta le persone a gestire al meglio l’impatto del diabete nella propria vita quotidiana.

IQcast analizza molteplici aspetti, tra cui il livello di glucosio, l'insulina assunta, i pasti effettuati e i precedenti eventi ipoglicemici, per stimare il livello di probabilità (bassa, media o alta) con cui il paziente rischia di andare incontro a un calo glicemico entro le 4 ore successive.
07 gennaio 2019
Torna ai contenuti