Rivoluzione israeliana nel campo del diabete - A.G.D. Como Onlus - Associazione di aiuto ai giovani diabetici -





Vai ai contenuti

Menu principale:

Rivoluzione israeliana nel campo del diabete

Argomenti trattati > News dalla ricerca > Archivio News 2016
Rivoluzione israeliana nel campo del diabete, stop al glucometro
Rivoluzione israeliana nel campo del diabete, stop al glucometro. Presto diabetici non dovranno più pungersi il dito, più volte al giorno, grazie allo sviluppo di un braccialetto che effettua il controllo del glucosio e invia i risultati direttamente ad uno smartphone. In diversi ospedali israeliani, i ricercatori stanno effettuando i test necessari per verificarne l’attendibilità.
La fine delle punture giornaliere
La società israeliana Glucovista ha messo a punto uno strumento che realizza i controlli della glicemia, senza che il paziente si debba pungere il dito per fare uscire la goccia di sangue necessaria al test. I risultati vengono inviati direttamente ad un cellulare e avvisano direttamente il paziente oppure il medico curante, in caso di pericolo.
Il diabete richiede un attento monitoraggio dei livelli di zucchero nel sangue per tutta la giornata, e qualche volta anche di notte. In molti casi un diabetico arriva a doversi pungere il dito anche fino a 15 volte al giorno. Qualsiasi variazione del livello di zucchero nel sangue può causare un pericolo di vita.

Questa nuova invenzione ha l’aspetto di un braccialetto intelligente che viene indossato come un orologio. Cattura la radiazione infrarossa emessa dal glucosio nel sangue. Il bracciale interpreta i valori e calcola il livello di zucchero nel sangue. I risultati vengono inviati direttamente a uno smartphone o ad un tablet che avvisa in caso di risultati anomali. Questo braccialetto è adatto sia per i diabetici di tipo 1 (insulino-dipendenti) che diabetici di tipo 2.
La startup israeliana Glucovista ha annunciato di aver raccolto 2 milioni di dollari per proseguire lo sviluppo di questo dispositivo.  Se i risultati dei test dovessero confermare l’esattezza dei dati, questo braccialetto potrebbe portare ad una vera e propria rivoluzione per centinaia di milioni di diabetici in tutto il mondo.
tratto da siliconwadi.it
10/05/2016
Ultimo aggiornamento:
Torna ai contenuti | Torna al menu