UALGD - A.G.D. Como Onlus - Associazione di aiuto ai giovani diabetici -





Vai ai contenuti

Menu principale:

UALGD

Argomenti trattati

Unione in Lombardia fra associazioni di giovani con diabete

Nasce l'Unione delle Associazioni Lombarde Giovani con Diabete (U.A.L.G.D.). È un coordinamento tra otto associazioni che in Lombardia si occupano di diabete di tipo 1. Un modo per rappresentare meglio in regione le esigenze delle famiglie e dei giovani e per scambiare esperienze.

Negli ultimi anni è cresciuto l'interesse delle Associazioni fra persone con diabete verso aggregazioni regionali che permettono di scambiare informazioni e di aumentare la propria visibilità agli occhi degli Assessorati regionali, i decisori più importanti a livello sanitario.
L'ultima realtà in questo senso si chiama Unione delle Associazioni Lombarde Giovani con Diabete (U.A.L.G.D.). È un coordinamento tra le 8 principali associazioni regionali Onlus che si occupano più da vicino di Diabete di tipo 1: la AAGD di Bergamo, l'AGD di Como, la AGD di Lecco, la AAGD Lombardia di Milano, la AAGD di Mantova, la AGD di Pavia, la AGD di Varese e NOI Insieme per i diabetici insulinodipendenti di Bergamo.
Il 21 Aprile 2009 i presidenti delle suddette associazioni hanno sottoscritto un Protocollo d’Intesa che sancisce la loro collaborazione e l’interscambio di informazioni, il regolamento, i principi e le finalità dell’U.A.L.G.D.
Il Protocollo prevede una rotazione biennale di due Coordinatori (al momento Cristina Calligarich, consigliere di Noi Insieme per i diabetici insulinodipendenti di Bergamo e Gian Luigi Curioni, consigliere di AGD Lecco) e di un segretario, ed è aperto a qualsiasi sodalizio lombardo che abbia stesse finalità e obiettivi da condividere.
L’U.A.L.G.D. ha sede a Milano, in via Bezzecca 3.
«La sua forza è la volontà comune dei sodalizi che vi partecipano», spiega Cristina Calligarich.
La leva che spinge il sodalizio è il perseguimento dell’uniformità di trattamento nella nostra regione di tutte le realtà sul territorio a livello di sussidi e benefici sanitari.
«Avendo un focus specifico possiamo utilmente confrontare le problematiche di ogni associazione e il tipo di assistenza che viene offerto ai bambini, ragazzi e giovani adulti con diabete, che è molto diverso da zona a zona e operare affinché il livello di assistenza si renda omogeneo al livello più ottimale», continua Gian Luigi Curioni vice presidente della AGD di Lecco, «nella realtà del Dm1 aspetti come i limiti posti alla concessione di strisce per i controlli glicemici o i criteri per il rinnovo della patente sono diversi e spesso penalizzanti. La voce di un singolo fa fatica a sentirsi nel “Mercato regionale della Sanità”; insieme il coro ha più incidenza ed è più difficile da ignorare.
Il nostro agire non fa riferimento alle sigle nazionali, ogni associazione è libera di farsi rappresentare da chi vuole fuori dalla regione Lombardia, le scelte non sono legate a nessun tipo di obbligo o indirizzo dettato da aggregazioni nazionali: partecipare alla U.A.L.G.D è crescere insieme per un mutuo aiuto, è condividere le problematiche e moltiplicare le conquiste».
Al più presto la Unione delle Associazioni Lombarde Giovani con Diabete si presenterà alle competenti istituzioni regionali che si occupano di problematiche inerenti la patologia diabetica.
La Unione delle Associazioni Lombarde Giovani con Diabete ha aperto una pagina su Facebook ma non ha al momento un suo sito.
Chi vuole saperne di più può quindi contattare i due coordinatori 'di turno' ai seguenti indirizzi e-mail: info@noidiabetici.it o info@agdcomo.it



nella foto Cristina Calligarich, consigliere di Noi Insieme per i diabetici insulinodipendenti di Bergamo

Ultimo aggiornamento:
Torna ai contenuti | Torna al menu